PARTE 2 – UNITÀ DI COLTIVAZIONE CON TECNICA A FILM NUTRITIVO (NFT)

Diagramma di flusso dell’acqua
1) L’acqua scorre per gravità dalla vasca dei pesci al filtro centrifugo e al biofiltro.
2) L’acqua viene pompata, utilizzando la pompa sommersa, dal biofiltro alla vasca dei pesci (80% del flusso) e nei tubi NFT (20% del flusso).
3) L’acqua scorre dai tubi al biofiltro.

1. PREPARAZIONE DELLA VASCA DEI PESCI
(uguale a quanto riportato nei paragrafi 1 e 2 della sezione 1)

2. PREPARAZIONE DEL SEPARATORE MECCANICO E DEL BIOFILTRO

2.1 – Prendete due barili azzurri (200 litri) (figura 1) e tagliate le forme contrassegnate nella figure riportate di seguito (figure 2-4) usando la smerigliatrice angolare. Successivamente, lavare accuratamente entrambi i barili con sapone neutro e acqua tiepida e lasciare asciugare al sole per 24 ore.

2.2 – I pezzi tagliati di entrambi i barili possono anche essere usati come coperchi dei barili stessi. Possono essere incernierati utilizzando delle fascette di cablaggio (vedere figure 5-6).

 

3. BARILE N ° 1 – SEPARATORE MECCANICO – Tubi di ingresso/uscita del separatore
A. Tubo di ingresso dalla vasca dei pesci.
B. Tubo di scarico nella parte inferiore del separatore meccanico.
C. Tubo di uscita nel biofiltro.

A) Tubo di ingresso dalla vasca dei pesci
3.1 – Praticare un foro (Ø 50 mm) nella parte superiore del barile usando una fresa a tazza di 50 mm di diametro e infilare nel foro il tubo di uscita dalla vasca dei pesci (figure 8-9).

3.2 – Prolungare il tubo di uscita della vasca dei pesci fino a 30 cm al di sopra del fondo del separatore meccanico. Collegare un gomito di PVC (Ø 50 mm) alla parte inferiore del tubo di uscita in modo che l’acqua scorra tangenzialmente al contenitore, costringendola a un moto circolare (figura 10).

B) Tubo di scarico nella parte inferiore del separatore meccanico
3.3 – Ora, prendete uno spezzone di tubo in PVC (Ø 50 mm) e praticate orizzontalmente delle fessure spesse 2-3 mm sull’intera lunghezza usando la smerigliatrice angolare (figura 11). Praticare un foro (Ø 57 mm) sul fianco del barile, 5 cm sopra il fondo e inserire una guarnizione uniseal (Ø 50 mm) (figura 12).
Far scorrere il tubo di scarico (tubo in PVC da 50 mm già fessurato) attraverso l’uniseal e collegarlo a un gomito in PVC (Ø 50 mm) appena al di fuori del barile. Infine, collegate un’altro tubo in PVC (Ø 50 mm) lungo 60-70 cm al gomito e assicurarsi che l’estremità del tubo sia al di sopra del livello massimo raggiungibile dall’acqua nel barile (figura 13). Le fessure sul tubo di scarico, consentiranno ai rifiuti solidi di entrarvi e di essere allontanati semplicemente ruotando il tubo verticale esterno al barile che consente il suo completo svuotamento dall’acqua e dai rifiuti solidi eventualmente presenti.

C) Montaggio del tubo che collega il separatore meccanico al biofiltro
3.4 – Prendere uno spezzone di tubo in PVC (Ø 50 mm) lungo 65 cm e creare le stesse fessure orizzontali come spiegato precedentemente (punto 3.3) ma solamente per i primi 25 cm del tubo utilizzando la smerigliatrice angolare (figura 14). Chiudere l’estremità fessurata del tubo (Ø 50 mm) usando un tappo in PVC (Ø 50 mm). Successivamente, fare un foro (Ø 57 mm) con la fresa circolare da 57 mm a 70 cm dal fondo del barile, e inserire una guarnizione uniseal all’interno del foro. Fissare il tubo di trasferimento (Ø 50 mm) attraverso l’uniseal, assicurandosi che il tubo sia all’interno del separatore meccanico ben oltre i 25 cm fessurati (figure 15-16).

 

4. BARILE No. 2 – BIOFILTRO – Tubi di ingresso/uscita del biofiltro
A. Tubo di ingresso dal separatore meccanico (figura 17).
B. Uscita dalla pompa dell’acqua.
C. Rubinetto di scarico.


Rubinetto di scarico da 25 mm

4.1 – Praticare un foro (Ø 25 mm) nella parte inferiore del barile biofiltro e inserire un nipples flangiato (tipo V, 25 mm) nel foro e stringerlo bene. Collegare un rubinetto (25 mm) al nipples flangiato all’esterno del barile assicurandosi che il connettore sia ben avvolto di teflon per ottenere una tenuta stagna (figura 18). Il rubinetto verrà utilizzato per scaricare i rifiuti solidi accumulati sul fondo del contenitore del biofiltro.

Tubo di ingresso dal separatore meccanico
4.2 – Praticare un foro (Ø 57 mm) con la fresa a tazza da 57 mm a 70 cm dal fondo del barile e inserire una guarnizione uniseal nel foro (figura 19). Posizionare il barile biofiltro a fianco del barile separatore meccanico. Prendere il tubo in PVC già fissato al barile di separazione meccanica e inserirlo anche nel barile biofiltro attraverso l’uniseal. Ora, entrambi i barili sono collegati insieme per mezzo di questo tubo di trasferimento (figura 20).

Preparare il secchio cattura-solidi
4.3 – Praticare nel secchio da 20 litri un foro di 50 mm, 5 cm al di sotto del bordo superiore del secchio (figura 21)4.4 – Fare almeno 20 fori (Ø 8 mm) nella parte inferiore del secchio usando una punta da 8 mm per consentire lo scarico dell’acqua nel biofiltro (figura 21).
4.5 – All’interno del biofiltro inserire e far scorrere il secchio lungo il tubo lungo 65  che collega entrambi i barili filtranti (figure 22-23)
4.6 – Fare un foro da 20 mm nel tubo di collegamento e inserire 6-10 cm di tubo di PVC da 20 mm (figura 23) per evitare che il secchio cattura-solidi scivoli dal tubo di collegamento.

4.7 – Posizionare il materiale di filtrazione (in questa configurazione usiamo lapillo vulcanico ma possono essere utilizzati anche Perlon, spugna o altri materiali filtranti) all’interno del secchio per catturare qualsiasi residuo solido rimasto sospeso (figura 24)).
4.8 – Riempire il biofiltro con materiale adatto allo scopo (Bioball o tappi di bottiglia)

5. POSIZIONAMENTO DEI TUBI NFT
I materiali necessari per questa sezione sono i seguenti:
• 48 blocchi di calcestruzzo
• 1 tavola di legno da 1 m (spessore 30 mm) 1
• 1 tavola di legno da 1 m (spessore 20 mm) 1
• 1 tavola di legno da 1 m (spessore 10 mm) 1
5.1 – Inserire i blocchi di calcestruzzo secondo le distanze indicate in Figura 25. Ogni supporto è fatto di 8 blocchi (due colonne, ciascuna alta 4 blocchi). Posizionare le tavole di legno sui blocchi: posizionare la tavola di spessore 3 cm sulla la colonna più lontana dal serbatoio, la tavola di spessore 2 cm sulle colonne intermedie e la tavola di spessore di 1 cm sulle colonne più vicine. Questa disposizione creerà una piccola pendenza che consentirà all’acqua di scorrere facilmente attraverso i tubi e tornare al biofiltro (figura 25).

6. COLLEGAMENTO DEI TUBI NFT CON IL COLLETTORE DI SCARICO
I materiali necessari per questa sezione sono i seguenti:
• 5 spezzoni da 3 m di tubo in PVC (Ø 110 mm)
• 2 gomiti del in PVC (Ø 110 mm)
• 4 raccordi a T in PVC (Ø 110 mm)
• 5 Terminali/Tappo in PVC (Ø 110 mm)
• 15 guarnizioni OR (Ø 110 mm)
• Sapone naturale
6.1 – Collegare il tubo come indicato nella figura 27. Assicurarsi che ogni raccordo del tubo abbia una guarnizione di gomma inserita al suo interno e lubrificarla utilizzando il sapone naturale come lubrificante (figura 26).NdR: anche in questo caso, qualora vi fossero difficoltà a reperire tubi in PVC (in Italia di solito sono arancioni e sono usati per gli scarichi e ne esistono due versioni, senza guarnizione, da incollare o con guarnizione, è possibile utilizzare tubi in Polipropilene (PP)

7. MARCATURA DEI FORI PER LE PIANTE

7.1 – Posizionare i tubi NFT sopra i blocchi e le tavole di legno e montare i tappi (Ø 110 mm) alle cinque estremità più lontane dal serbatoio dei pesci (figura 30). Un metodo efficace per marcare i fori per le piante è quello di stendere e fissare un sottile pezzo di spago sulla parte superiore di ogni tubo per segnare con precisione le distanze prefissate.
7.2 – Segnare un punto ogni 25 cm lungo lo spago (figura 29) che sarà il centro dei i fori. Praticare i fori (figura 33) in base alle dimensioni esatte dei vasi. Per uno spazio di coltivazione ottimale, seguire il modello di distribuzione triangolare mostrato nelle figure 28 e 31.

7.3 – Infine, su ciascun tubo a 7 cm dalla estremità più lontana dalla vasca dei pesci fare un foro da 20 mm, per consentire l’ingresso dell’acqua nei tubi NFT (figura 34).
7.4 – Fissare i tubi NFT alla tavola di legno usando le fascette di cablaggio in plastica (figura 35).

8. COLLEGAMENTO DEI TERMINALI DEI TUBI DI CRESCITA AL RITORNO DEL BIOFILTRO
8.1 -Prendere un manicotto in PVC (Ø 110 mm) e fissarlo al gomito finale in PVC (Ø 110 mm) del collettore dei tubi NFT (figura 27), che è fatto con una serie di raccordi a T in PVC (Ø 110 mm). Quindi, collegare un riduttore in PVC (110-50 mm) al  manicotto in PVC (Ø 110 mm). Questo scarico comune deve essere collegato al biofiltro. Fare un foro di 50 mm sul lato esterno del biofiltro, 10 cm più in basso del terminale di scarico dei tubi di crescita. Inserire un gomito in PVC (Ø 50 mm) in questo foro e collegare il gomito (Ø 50 mm) al riduttore (110-50 mm) mediante un tubo in PVC (Ø 50 mm) per far defluire l’acqua dai tubi NFT al bidone dei biofiltro (figure 36-38).

NdR nelle immagini qui sopra si notano bene le due tipologie di tubi, bianco PVC, grigio PP

9. INSTALLAZIONE DELLA LINEA DI DISTRIBUZIONE PER OGNI TUBO NFT
I materiali necessari per questa sezione sono i seguenti:
• 5 rubinetti in PVC a innesto (Ø 20 mm)
• 4 raccordi a T in PVC a innesto (Ø 20 mm)
• 2 raccordi a gomito in PVC a innesto (Ø 20 mm)
• tubo in polietilene (Ø 20 mm)
• raccordo adattatore PVC (Ø 20 mm – 3/4″)
• raccordo a gomito in PVC femmina (Ø 25 mm – 3/4″)
• Nastro per guarnizioni (Teflon)
9.1 – Collegare tutti i tubi e gli accessori come indicato nelle figure 39 e 40.

10. POSIZIONAMENTO DELLA POMPA SOMMERSA
10.1 – Per questa unità, la pompa sommersa è posta in fondo al bidone del biofiltro (figure 41a e 41b). L’acqua viene pompata da qui verso i tubi NFT e verso la vasca dei pesci. L’80-90% dell’acqua va alla vasca dei pesci, mentre il 10-20% del flusso va nei tubi NFT. I rubinetti vengono utilizzati per regolare il flusso d’acqua in ogni posizione.

11. POMPAGGIO ALLA VASCA DEI PESCI
11.1 – Collegare la pompa sommersa ad uno spezzone di tubo in polietilene (Ø 25 mm) usando un adattatore in PVC, femmina (25 mm – 1″), o qualsiasi raccordo che si adatta alla pompa. Il tubo in polietilene (Ø 25 mm) deve essere lungo almeno 1 metro. Posizionare una connessione a T in PVC (Ø 25 mm) alla fine del tubo per consentire all’acqua di scorrere nella vasca dei pesci e nei tubi NFT (figure 42-43).

11.2 – Collegare ad una estremità del collegamento a T (figura 42) un tubo in PVC (Ø 25 mm) lungo abbastanza per raggiungere la vasca dei pesci (figura 44). Utilizzare un tubo flessibile, se possibile, per evitare la necessità di ulteriori raccordi, che ridurrebbero la capacità di pompaggio del pompa. Fissare un rubinetto (Ø 25 mm) alla fine del tubo per controllare il flusso d’acqua in entrata nella vasca dei pesci (figura 44).
11.3 – Successivamente, prendere circa 4 metri di tubo in PVC (Ø 25 mm) e fissarlo all’altra estremità del raccordo a T in PVC (Ø 25 mm) proveniente dal tubo della pompa dell’acqua all’interno del biofiltro. Fissare questo tubo (Ø 25 mm) al collettore di distribuzione attraverso il gomito femmina del raccordo in PVC (25 mm – ¾”) visto in figura 40, che fornirà l’acqua a ogni tubo NFT (figura 44).

 

12. SCATOLA ELETTRICA + POMPA DELL’ARIA
12.1 – Inserire la scatola elettrica in un posto sicuro al di sopra del livello dell’acqua e proteggerla dalla luce solare diretta (figura 45). Assicurarsi che sia ancora una impermeabile dopo aver inserito le spine della pompa dell’aria, e mettere le pietre insufflatrici all’interno della vasca dei pesci (figura 46).

 

13. CONTROLLI FINALI
13.1 – Tutte le parti del sistema sono ora installate. Prima di aggiungere ammoniaca per attivare il ciclaggio, riempire la vasca dei pesci ed entrambi i filtri con acqua e attivare la pompa per individuare eventuali perdite nel sistema. Se si verificano perdite, eliminarle immediatamente (figure 47-49). I passaggi seguenti mostrano questo processo.

Controllo dello scarico meccanico del separatore (figure 50-52).

• Riempire il biofiltro con il materiale scelto e acqua (figure 53a e 53b).
• Riempire il separatore meccanico con acqua (figura 54).
• Separatore meccanico e biofiltro riempiti (figura 55).
• Stringere i collegamenti idraulici.
• Controllare tutti i filtri e i rubinetti di entrambi i filtri.
• Applicare Teflon alle connessioni filettate.
• Assicurarsi che tutte le valvole siano nella giusta posizione.

Infine, controllare la portata dell’acqua che scorre in ogni tubo NFT. La portata può essere misurata con un cronometro e una bottiglia di plastica vuota da 1 litro. Una portata di 1-2  litri/minuto, che è lo standard in impianti NFT, dovrebbe riempire la bottiglia in 1 minuto (1 litro / minuto) o 30 secondi (2 litri / minuto) (figura 56). Una volta che tutte le perdite sono state eliminate e l’acqua scorre senza problemi in tutti i componenti, è possibile avviare il ciclaggio dell’unità con l’ammoniaca (vedi Capitolo 5 per ulteriori dettagli su questo processo).

 

14. PIANTUMAZIONE – FORMAZIONE DELLE COPPETTE DI IMPIANTO
14.1 – Per l’impianto seguire quanto mostrato nelle figure seguenti. Assicurasi che la coppetta abbia fori sufficienti per consentire al sistema radicale di espandersi nel tubo ma anche che impedisca la perdita del substrato di crescita. Nelle figure 57-59 si vede una coppetta fatta da una cestino di rete e 10 cm di tubo in PVC (Ø 50 mm). Nelle figure 60 e 61 si vedono una coppetta realizzata con semplici bicchieri di plastica/carta e con una bottiglia di plastica. Le radici delle piante sono chiaramente visibili (figure 62-66).