L’ultimo numero di Report si occupa di “Rigenerazione Urbana”, interventi di diversa natura coordinati per favorire la rinascita dei quartieri di periferia degradati. Si parla di Baltimora, ma per quanto riguarda il tama degli orti urbani c’è stato l’esempio partito dal basso di Detroit. Ne avevamo parlato anche in questo blog.

Uno spazio nel servizio c’è anche per la nuova idea di Milano “policentrica”, al minuto 12,25 un quartiere si prende cura di un’area abbandonata per realizzarvi uno orto civico, al minuto 14,40 un grandioso progetto, vincitore delle risorse per la realizzazione del “bando periferie”, 6 milioni di euro per un progetto al Parco Sud, dove in una cascina abbandonata realizzeranno un polo di ricerca internazionale per le colture fuori suolo, la prima attenzione è per la coltura acquaponica.

A Verbania un gruppo di cittadini propone di “meticciare” le due proposte e realizzare un orto civico acquaponico, avrebbe voluto mettere in votazione al la propria idea, sottoporla al giudizio dei cittadini in un progetto, non è stato loro contsentito con ragioni a nostro avviso  “pretestuose”.

Come “Akuadulza” non possiamo che essere dispiaciuti ma da ogni vicenda è possibile trarre un insegnamento, abbiamo capito la differenza fra i due termini: “periferico” e “provinciale”.