A differenza che in Europa, dove le coltivazioni “fuori suolo” non possono ottenere ufficialmente la certificazione “biologica”, negli Stati Uniti questo è possibile, non solo per l’acquaponica, ma anche per la coltura idroponica effettuata con prodotti naturali.

Tuttavia il Dipartimento per l’agricoltura sta valutando di fare una marcia indietro su questo tema, molti piccoli coltivatori americani “biotecnologici” si troverebbero allora in difficoltà, privi di una tutela che qualifichi i loro prodotti.

Diamogli una mano sottoscrivendo la petizione alla casa bianca che trovate qui.

Io l’ho fatto, si prevede la raccolta di 100.000 firme io sono tra le prime 200!