In realtà scaricare l’APP in questione non costa nulla, quello che costa è il kit di rilevazione che deve essere immerso nell’acqua delle vasche dei pesci e scansito dal telefonino, ma veniamo con ordine.

Tutti i coltivatori acquaponici sanno che è importante, almeno con cadenza settimanale, fare un check della qualità dell’acqua. Occorre verificare in una prima fase i valori di ammoniaca, nitriti, nitrati molto assiduamente poi, quando l’impianto sarà “ciclato” può essere sufficiente verificare settimanalmente i livelli di pH, nitriti, nitrati, GH, KH per far ciò ci sono appositi kitUno dei problemi proposti dall’uso dei misuratori liquidi è la loro stabilità temporale. Essi scadono dopo un certo numero di mesi dalla data di fabbricazione ed i negozianti stessi, in alcuni casi, hanno difficoltà a determinare fino a quando il prodotto sia sufficientemente accurato da poter essere venduto. Vi sono anche degli stick multi-test che, al contrario, sono più stabili perché si basano su pigmenti tenuti a secco tuttavia hanno una minore precisione dovuta alla difficoltà di leggere lievi differenze di colorazione, essendo questi caratterizzati da singoli pigmenti che, immersi nell’acqua, cambiano di tonalità.

Dell’importanza di tenere sotto controllo i parametri dell’acqua ne abbiamo discusso qui , in questa sede intendiamo indicarvi una modalità  più precisa e tecnologica per compiere le rilevazioni, senza dover acquistare costose strumentazioni.

Si tratta di un prodotto totalmente innovativo proposto recentemente da JBL: il misuratore dei valori dell’acqua ProScan. Il cuore del prodotto è rappresentato da stick multi-test in grado di misurare il pH, la durezza totale e quella temporanea, la quantità di nitriti e nitrati disciolti nonché la concentrazione di cloro (da usare evidentemente per le acque nuove) e di anidride carbonica disciolta. In pratica, tutti i valori indispensabili per conoscerela qualità dell’acqua dolce.

Il tutto è reso possibile da un’idea rivoluzionaria: utilizzare la fotocamera dei moderni telefonini come un colorimetro. Cosa perfettamente possibile, ovviamente, anche se nessuno ci aveva pensato prima. Le fotocamere degli smartphone sono, infatti, sempre più sofisticate è certamente in grado di discriminare tonalità diverse dello stesso colore… meglio del nostro occhio.
La confezione base di ProScan contiene la solita provetta di metallo che permette di conservare secche le bacchettine del multi-test, oltre ad una particolare scala cromatica. Non è la “solita” scala cromatica destinata a favorire le vostre misurazioni “occhiometriche”‘ ma una particolare scala, fornita su plastica, che serve al vostro telefonino per tarare lo zero, ovvero, per far sì che un quadratino bianco, illuminato sotto la luce di una lampada “calda” non venga considerato rosa. Una sorta di “bilanciamento del bianco”, dunque, che si applica a colori diversi. È un processo simile a quello che viene applicato nei laboratori di analisi per tarare lo zero degli strumenti, prima di effettuare la misurazione. Voi non dovrete fare altro, dopo avere immerso la striscetta multi-test nell’acqua dell’acquario, che poggiarla al centro della scala colorimetrica di riferimento e premere “start” sul quadrante dell’app specifica, scaricata dal telefonino. A questo punto parte un timer tarato ad un minuto. Tenete il telefonino fermo sopra la scala colorimetrica e la striscetta perché tra pochi secondi (il termine del periodo verrà indicato anche da un segnale acustico) si accenderà la fotocamera e scatterà una foto. Quest’ultima viene immediatamente analizzata, i colori della striscetta di misurazione saranno confrontati con i minimi ed i massimi riportati nella scala colorimetrica ed un algoritmo calcolerà l’esatto valore per ogni parametro chimico-fisico. Dopo pochissimi secondi, infatti, vedrete comparire una schermata come questa:

in cui si legge direttamente il valore pH, quello delle durezze (GH, KH) in gradi tedeschi e quello dei soluti principali, in mg/l. Ogni valore viene valutato e, nel caso, vi vengono offerti consigli per correggerlo (non dal punto di vista del coltivatore acquaponico). I dati ottenuti, inoltre, possono essere inviati subito al vostro indirizzo di posta elettronica (o ad altri strumenti, sotto forma di sms, ecc.) per essere conservati e comparati in futuro.

Un’ultima considerazione è riservata ai prezzi, se si fa il confronto con la somma con i kit delle analisi presi singolarmente la app proposta risulta certamente conveniente, non certamente in valori assoluti. La confezione contiene un tubetto che racchiude le strisce, potrebbe contenerne 200 ma ne contiene solo 24 ad un prezzo intorno ai 24 €. E’ anche vero che JBL, caso anomalo rispetto alla concorrenza, propone anche i refil di ricarica per i suoi prodotti. Non sarà più necessario ricomperare la confezione intera che comprende anche la scala cromatica ma solo le striscette di ricambio, in questo caso il prezzo scende attorno ai 18 €

Attenzione: in particolare se utilizzate per riempire le vostre vasche dei pesci acqua piovana avrete la necessità di tenere sotto controllo la quantità di ferro disciolto nell’acqua, questo test, fondamentale per una crescita delle verdure senza carenze nutritive, non è disponibile su app, dovrete procedere dunque in maniera tradizionale.

Ulteriori informazioni sul sito di JBL

Condividi con i tuoi amici