Oggi vogliamo ricordare la Giornata Mondiale dell’acqua che sta sempre più assumendo il valore di “merce” in Italia si è parlato e si parla di “privatizzazione dell’acqua” prima in maniera palese ora, dopo il referendum in un modo più strisciante.

Ma l’acqua anche motivo di conflitti, anche aspri, per il suo stfruttamento che fino ad ora, pur nella tensioni, non sono mai sfociati in vere o proprie guerre tra stati ma si sa che quando le risorse scarseggiano si acuiscono le tensioni.

In questo portale però parliamo di acquaponica, cioè dell’allevamento di pesci in associazione sinergica con la coltura delle piante, l’acqua per noi è dunque fondamentale e ne facciamo buon uso facendola “ricircolare”. Mi piace immaginare che siamo un po’ come dei piccoli banchieri che favorendo la circolazione del contante (che non a caso si definisce “liquidità”) creiamo ricchezza, per i nostri pesci, le nostre verdure, il nostro bilancio familiare e chissà perchè un domani anche per qualche piccola impresa o iniziativa che metta insieme agli aspetti di natura economica, che ne garantiscano la durata nele tempo, anche quelli di natura sociale ed educativa.

Celebriamo dunque la giornata mondiale dell’acqua che, non a caso quest’anno il focus è centrato sulla sua depurazione e il suo riuso.

Condividi con i tuoi amici