La notizia ce la da Repubblica per gli italiani il criterio che tengono più in considerazione nella scelta di un alimento è l’impatto sulla salute; nel 2017 torna dunque “di moda” la dieta mediterranea che negli anni scorsi era stata un po’ messa in un cantuccio.

Sarà anche per questo motivo che la popolazione italiana è riuscita a conquistare il primato di longevità nell’Unione Europea con 80,3 anni per gli uomini e si colloca al terzo posto per le donne con 85,2.

Secondo Coldiretti le nuove modalità di consumo sono sospinte anche dalla disponibilità di tecnologie casalinghe low cost di trattamento e conservazione dei cibi (spremitura, essicazione, sottovuoto, ecc …). Sempre a parere della Coldiretti gli acquisti dei cibi garantiti italiani al 100% dal campo alla tavola di provenienza nazionale sono considerati importanti da più di otto consumatori su dieci e gli aspetti salutistici guidano anche le scelte anche all’interno delle diverse categorie merceologiche, come dimostra l’interesse per il comparto biologico che fa registrare ancora un incremento del 10%, dopo una crescita della domanda ininterrotta da oltre un decennio.

In questo quadro idilliaco che scaturisce dalla consapevolezza della centralità del cibo nello “star bene” il coltivatore acquaponico merita un posto d’onore perchè può disporre di pesci e verdure (volendo anche frutti) a qualche passo dalla propria cucina coltivati o allevati con metodi di produzione assolutamente naturali.

Sono queste le condizioni che favoriscono la possibilità di campare cent’anni, a meno di non mettere un “piede in fallo” come il nostro Presidente! Auguri di pronta guarigione.

Condividi con i tuoi amici