L’Acquaponica non è altro che l’applicazione  su scala ridotta, in un circuito confinato, di quello che in natura si compie attraverso il ciclo dell’azoto

Il Ciclo Dell’Azoto

Lo scarto dei pesci fornisce alle piante nutrimento per la crescita, le piante filtrano naturalmente l’acqua e le restituiscono pulita ai pesci. Detta così forse la facciamo un po’ troppo semplice, ci sono anche altri protagonisti, invisibili, i batteri e i quasi altrettanto invisibili (perché si nascondono) lombrichi. Entrambi collaborano nel trasformare gli scarti in fertilizzanti per le piante.

I batteri, che chiameremo “benefici” (in realtà si chiamano  Nitrosonomas e Nitrobacter) convertono l’ammoniaca, inutilizzabile dalle piante e dannosa per i pesci, in nitriti prima e in nitrati poi. I nitrati sono relativamente innocui per i pesci e molto importanti per nutrire le piante. Al tempo stesso i lombrichi (non chiamateli vermi perchè si offendono) si occupano di degradare i rifiuti solidi e i residui di piante in compost.

win win

.

.